I dolori cervicali meglio conosciuti come mal di testa sono molto frequenti fra le persone sia di sesso maschile che femminile ma è molto difficile capirne la causa scatenante perché il dolore può coinvolgere diverse aree tra cui le vertebre cervicali, le articolazioni o la muscolatura che le sorregge.

La colonna vertebrale è suddivisa in quattro regioni: il sacro-coccige, la regione lombare, la regione toracica e la regione cervicale.

 

CAUSE SCATENANTI DEL DOLORE CERVICALE

 

Quest’ultima a sua volta è costituita da sette vertebre che formano l’asse esterno del collo e della testa.

La sintomatologia può nascere da una seduta mantenuta per troppo tempo o per infortuni mentre si pratica sport come il colpo di frusta, tipico anche negli incidenti stradali.

Altri fattori scatenanti possono essere dovuti a una incurvatura accentuata della colonna vertebrale come la scoliosi o la cifosi dorsale o lordosi lombare.

Ma anche una mal occlusione può essere una giusta causa!

Se le arcate dentali non si chiudono correttamente il dolore può irradiarsi fino al tratto cervicale fino a causare fortissimi mal di testa.

dolori-cervicali-milano-osteopata

IL PUNTO DI VISTA DEL PAZIENTE

 Il dolore percepito dai pazienti  può essere molto differente: può essere un dolore costante o una rigidità muscolare del collo con limitata mobilità oppure anche vertigini, nausea e vomito.

Capire dove è collocato il dolore può aiutare moltissimo lo specialista a risolvere il problema.

 

Il dolore percepito dai pazienti affetti da cervicalgia è di entità variabile. Si tratta di un dolore costante, che può essere localizzato in zone diverse della colonna cervicale. La localizzazione aiuta spesso a capire l’origine del problema, se coinvolge o no i nervi e se magari è in corso una reazione infiammatoria. Proprio in base alla localizzazione del dolore, si possono distinguere tre categorie di dolori cervicali:

 

Generalmente  i dolori non durano più di qualche giorno ma possono arrivare anche a durare una settimana soprattutto se sono di origine traumatica.

Se i sintomi non sono presi in considerazione seriamente però i dolori potrebbero ripresentarsi e diventare cronici. Si definisce cronico un dolore che si protrae per più di 3 mesi e qui intercorrono altri fattori come lo stress, posture scorrette, malformazioni congenite o malattie degenerative.

 

COME RISOLVERE IL PROBLEMA

Quando capiamo che qualcosa in noi non funziona, il primo sguardo va alle medicine. Iniziamo a provare di tutto, cercando di sconfiggere il male al più presto, senza pensare alle conseguenze. Talvolta, però, gli strascichi che le cure lasciano in noi possono essere peggiori della patologia stessa.

Ecco perché l’Osteopatia, un modo completamente nuovo di guardare a noi stessi, un aiuto concreto e professionale per imparare a stabilire un rapporto di equilibrio e sinergie tra i differenti sistemi che regolano il nostro organismo.